Nelle prigioni di Tito il gioco degli scacchi era simbolo di libertÓ

Approfondimenti

26/08/2017, ore 06:56

di ROBERTO CARNERO

Emilio Stassi rivive la sua odissea di giovane prigioniero in fuga da Fiume per scappare dal regime jugoslavo.
Il 26 luglio 1949 quattordici persone partirono in treno fingendo di voler effettuare un'escursione, in Slovenia ma vennero arrestate.


Perdere la cittadinanza significa essere privati della propria identità. Se a questa situazione si aggiunge la carcerazione e la persecuzione da parte di un regime dittatoriale...


[leggi l'articolo originale su IL PICCOLO (PDF) ]
Commenti   |   Stampa   |   Segnala   |  Ufficio Stampa Oltre Edizioni Ufficio Stampa