La morte sa leggere di giovedý 2 aprile 2020
di Pietro De Palma

Enrico Luceri è forse e senza forse, uno dei più grandi scrittori di romanzi polizieschi di tipo deduttivo esistente in Italia, se non il migliore assieme a Giulio Leoni. Per numero e qualità di romanzi pubblicati (o almeno è tale secondo la mia opinione), forse il più grande nel caso del Mystery puro.
Perchè faccio quest’affermazione così perentoria? Perchè Luceri, al di là della maestria che ha nello scrivere, cosa che hanno tanti altri scrittori italiani anche di grande impatto, è molto acculturato: ha cioè cominciato a scrivere dopo aver fagocitato un sacco di libri e films. Non è quindi raro trovare nei suoi romanzi, riferimenti diretti o indiretti ad altri autori od opere, cosa che diviene estremamente stimolante, per chi legga un libro non solo per evasione, ma per confronto e analisi, un po’ come avviene per i romanzi di Paul Halter.  [...]

leggi l'articolo integrale su La morte sa leggere
SCHEDA LIBRO   |   Stampa   |   Segnala  |  Ufficio Stampa