Un avvincente affresco storico ispirato a fatti reali
La voce del popolo di venerdì 6 dicembre 2019
Presentato a Palazzo Modello il romanzo «Il treno da Mosca»
di Stella Defranza

FIUME - Un romanzo nel romanzo, libro nel libro, presenta una serie di intrecci che sarebbe riduttivo definire spy thriller, anche se lo spionaggio industriale entra nella vicenda pienamente e ad un certo punto ne costituisce l’asse portante. Il tema più interessante, al di là dell’intreccio ben costruito con una scrittura ritmica che tiene viva l’attenzione, nei rivoli delle pagine dense, dove è dato anche molto spazio alla descrizione – altra caratteristica del romanzo classico – è l’affresco storico che ne emerge. Sullo sfondo infatti l’URSS tra la fine degli anni Settanta e l’inizio degli anni Ottanta, il rapporto con il mondo “italiano”, nonché gli echi della Seconda guerra mondiale e della Resistenza ancora vivi in alcuni personaggi. Tra l’altro l’ispirazione è a fatti reali e il testo è stato scritto con un lavoro di documentazione attenta oltre che da una penna ben informata dei fatti. L’opera, scritta da Maurizio Lo Re, si intitola “Il treno da Mosca” ed è stata presentata ieri nel Salone delle Feste di Palaz  [...]

leggi l'articolo integrale su La voce del popolo
SCHEDA LIBRO   |   Stampa   |   Segnala  |  Ufficio Stampa