sabato 8 marzo 2014  – ORE  16:00
Michele Pellegrini
Incontro con l'autore
a Bergamo, Associazione Nazionale Alpini, via Gasparini 30
Intervengono lo storico Giorgio Federico Siboni, Gastone Breccia (esperto di storia militare, Università di Pavia)

Secondo volume della "Tetralogia del confine" (a febbraio 2013 era uscito IL CONFINE OCCIDENTALE di Giorgio F. Siboni) al quale faranno seguito IL CONFINE SETTENTRIONALE e IL CONFINE MERIDIONALE.
Le terre ove da centocinquant’anni corre il confine italo-francese sono state per secoli altro: luoghi di passaggio, di incontro tra culture e identità religiose diverse, centro di una dominazione di Antico Regime che rimase per secoli uno Stato di passo con possedimenti di qua e di là dalle Alpi. Un mondo unito dalla lingua e dalla cultura: con un suo cuore che, nelle Alpi, tra Savoia e Piemonte, fu il Moncenisio; nel 1860 per la prima volta da lì fu fatto passare un confine presentato come lineare e inevitabile che in parte lacerò e disperse questa comunità umana. Oggi mute testimoni di quella frontiera sono le innumerevoli “fortezze Bastiani” che vegliano malinconiche le vette alpine. Per secoli, per gli uomini delle valli del Piemonte occidentale, la Francia

SCHEDA LIBRO   |   Stampa   |   Segnala  |  Ufficio Stampa