venerdě 9 settembre 2011  – ORE  21:00
Presentazione di *Appunti di viaggio* di Fabrizio Benente


Moneglia, Oratorio dei Disciplinanti (accanto alla Chiesa di Santa Croce)

Il Comune e la Parrocchia di Santa Croce di Moneglia organizzano la presentazione del volume di Fabrizio Benente “Appunti di viaggio. Racconti e immagini tra Genova e il Tigullio, Istanbul, Israele, il Mar Nero, la Cina e la Merica”, pubblicato nella primavera del 2011 da Oltre edizioni. Si tratta di veri e propri racconti dei viaggi svolti negli ultimi anni dall’archeologo e studioso Fabrizio Benente, il quale ha dedicato le sue recenti ricerche anche alla viabilità medievale e all’archeologia dei pellegrinaggi, e grazie a questi studi si è dedicato alla scoperta delle mete dei viaggi degli antichi Liguri, nel passato, e in particolare in Medio Oriente e in Terrasanta.
Il volume raccoglie immagini ed esperienze di viaggio dello stesso Benente e racconti ambientati nel passato medievale e in quello più recente, con protagonisti realmente esistiti, che abitavano la Liguria e dalla Liguria si sono ritrovati a doversi mettere in viaggio. Il viaggio è sempre un tema che affascina: è sempre accompagnato, in ogni tempo e in ogni luogo, dal piacere della scoperta e del contatto con ambienti nuovi, dai possibili pericoli o difficoltà che si devono affrontare; il viaggio permette altresì di scoprire nuove identità, nuove culture, ma permette anche di capire che in fondo le differenze tra i “mondi” non sempre esistono e consente di apprezzare meglio la vita.
“Il viaggio (scrive Benente) ci libera dai legami stretti del tempo finito in cui ci troviamo a vivere, proiettandoci indietro o incredibilmente avanti, consentendoci - tra passato e futuro - di giocare con l'immaginazione.” Così, proprio attraverso le pagine di Benente, avremo modo di conoscere meglio il nostro territorio, dal quale nel Trecento, per esempio, Andrea di Nascio partì per andare a finire alla corte del Khan e al cospetto del Papa ad Avignone e dal quale gli emigranti liguri, carichi di speranze, partirono alla volta della “Merica” alla metà dell’Ottocento.
Non è un caso, dunque, che la tappa monegliese del libro di Benente sia stata organizzata nell’ambito delle solenni manifestazioni della festa della Santa Croce, antica e meravigliosa croce dipinta a cui è dedicata la parrocchiale del paese, secondo la tradizione arrivata dal mare e ritrovata sulla spiaggia in un tempo molto lontano.
L’incontro sarà a cura dello scrittore Mario Dentone, autore anch’egli del recente romanzo “Il padrone delle onde” (Mursia editore - premio Marincovich 2011), un romanzo di mare e d’avventura, quindi dedicato ai tanti viaggi per mare di Geppin, umile zavorratore di Moneglia che diventa capitano di brigantini per spingersi sempre più in là dove l’amore per il mare e per il viaggio portano.
L’iniziativa sarà peraltro l’occasione per ammirare l’Oratorio dei Disciplinanti, che può essere considerato a buon diritto l’edificio più antico ad oggi conosciuto a Moneglia, pregevole dal punto di vista storico-artistico per la presenza dei cinque strati di affreschi che decorano le pareti e nascondono una storia ancora in parte sconosciuta.
La presentazione si svolgerà domenica 11 settembre alle ore 21 presso l’Oratorio dei Disciplinanti, che si trova accanto alla Chiesa di Santa Croce di Moneglia.

Le fotografie...


Fabrizio Benente e Mario Dentone


Fabrizio Benente


Mario Dentone




Powered by Active News



Oltre edizioni

09/09/2011  – ORE  21:00
Presentazione di *Appunti di viaggio* di Fabrizio Benente
Moneglia, Oratorio dei Disciplinanti (accanto alla Chiesa di Santa Croce)" id="cover">

Il Comune e la Parrocchia di Santa Croce di Moneglia organizzano la presentazione del volume di Fabrizio Benente “Appunti di viaggio. Racconti e immagini tra Genova e il Tigullio, Istanbul, Israele, il Mar Nero, la Cina e la Merica”, pubblicato nella primavera del 2011 da Oltre edizioni. Si tratta di veri e propri racconti dei viaggi svolti negli ultimi anni dall’archeologo e studioso Fabrizio Benente, il quale ha dedicato le sue recenti ricerche anche alla viabilità medievale e all’archeologia dei pellegrinaggi, e grazie a questi studi si è dedicato alla scoperta delle mete dei viaggi degli antichi Liguri, nel passato, e in particolare in Medio Oriente e in Terrasanta.
Il volume raccoglie immagini ed esperienze di viaggio dello stesso Benente e racconti ambientati nel passato medievale e in quello più recente, con protagonisti realmente esistiti, che abitavano la Liguria e dalla Liguria si sono ritrovati a doversi mettere in viaggio. Il viaggio è sempre un tema che affascina: è sempre accompagnato, in ogni tempo e in ogni luogo, dal piacere della scoperta e del contatto con ambienti nuovi, dai possibili pericoli o difficoltà che si devono affrontare; il viaggio permette altresì di scoprire nuove identità, nuove culture, ma permette anche di capire che in fondo le differenze tra i “mondi” non sempre esistono e consente di apprezzare meglio la vita.
“Il viaggio (scrive Benente) ci libera dai legami stretti del tempo finito in cui ci troviamo a vivere, proiettandoci indietro o incredibilmente avanti, consentendoci - tra passato e futuro - di giocare con l'immaginazione.” Così, proprio attraverso le pagine di Benente, avremo modo di conoscere meglio il nostro territorio, dal quale nel Trecento, per esempio, Andrea di Nascio partì per andare a finire alla corte del Khan e al cospetto del Papa ad Avignone e dal quale gli emigranti liguri, carichi di speranze, partirono alla volta della “Merica” alla metà dell’Ottocento.
Non è un caso, dunque, che la tappa monegliese del libro di Benente sia stata organizzata nell’ambito delle solenni manifestazioni della festa della Santa Croce, antica e meravigliosa croce dipinta a cui è dedicata la parrocchiale del paese, secondo la tradizione arrivata dal mare e ritrovata sulla spiaggia in un tempo molto lontano.
L’incontro sarà a cura dello scrittore Mario Dentone, autore anch’egli del recente romanzo “Il padrone delle onde” (Mursia editore - premio Marincovich 2011), un romanzo di mare e d’avventura, quindi dedicato ai tanti viaggi per mare di Geppin, umile zavorratore di Moneglia che diventa capitano di brigantini per spingersi sempre più in là dove l’amore per il mare e per il viaggio portano.
L’iniziativa sarà peraltro l’occasione per ammirare l’Oratorio dei Disciplinanti, che può essere considerato a buon diritto l’edificio più antico ad oggi conosciuto a Moneglia, pregevole dal punto di vista storico-artistico per la presenza dei cinque strati di affreschi che decorano le pareti e nascondono una storia ancora in parte sconosciuta.
La presentazione si svolgerà domenica 11 settembre alle ore 21 presso l’Oratorio dei Disciplinanti, che si trova accanto alla Chiesa di Santa Croce di Moneglia.

Le fotografie...


Fabrizio Benente e Mario Dentone


Fabrizio Benente


Mario Dentone




Powered by Active News



Oltre edizioni