Vito Molinari
Vite maledette

Vito Molinari ci propone cinque autobiografie apocrife di artisti maledetti, geni privi del dono di saper vivere.
Gesualdo da Venosa (1566-1613), musicista sommo, assassino della moglie e del suo amante; Caravaggio (1573-1610), genio e assassino; Alessandro Stradella, “il Caravaggio della musica” (1643-1682), donnaiolo impenitente, assassinato per vendetta; Amedeo Modigliani (1884-1920), principe della bohème, morto povero e drogato; Antonio Ligabue (1899-1965), una vita tra manicomi e capolavori.
Come scrive Andrea Tarabbia, premio Campiello 2019, nella sua prefazione: “Vissuti male, morti peggio; scrivono la propria vita oltre la vita. Non c’è quasi nulla di più straordinario, e di più letterario, di questo.”


Ufficio Stampa Rassegna Stampa VAI AL FORMATO EBOOK
Ufficio Stampa Rassegna Stampa VAI AL FORMATO CARTACEO
(in uscita il 6 ottobre)
formato: eBook
dimensioni file:
collana: LE OPERE E I GIORNI
genere: Biografie
tag: #libri #books #lettura #letteratura
ISBN: 00000000000