Signorini scoprì fortuitamente Riomaggiore, il primo paese delle Cinque Terre – nel quale fece ritornò più volte – in una bruciante giornata di luglio del 1860. Fu una fascinazione immediata. Il suo sogno di raggiungere un “mare più vasto” di quello del Golfo della Spezia si era avverato.
Ne ebbe un’emozione così potente che subito fu preso dal “desiderio di poterlo riprodurre nella sua sterminata massa e nei suoi prodigiosi dettagli”.
Il ritratto, oltre il paesaggio, fu il suo centro di interesse, e le trascrizioni dei nomi e dei soprannomi degli effigiati sono la testimonianza del suo sguardo oggettivo, ma sono anche il segno del desiderio di fissare la memoria di quei volti per sé, per i legami profondi intessuti con loro, in parallelo all’esigenza di scrivere il diario dei suoi giorni a Riomaggiore che viene qui riproposto insieme all’apparato disegnativo che ne costituisce il prezioso contrappunto.
Forse nessun paese ha avuto una cronaca visiva così documentata tanto nelle caratteristiche delle persone quanto dei luoghi.

CON DUE DISEGNI INEDITI APPENA RITROVATI

con la prefazione di Marzia Ratti, storica dell'arte


Signorini scoprì fortuitamente Riomaggiore, il primo paese delle Cinque Terre – nel quale fece ritornò più volte – in una bruciante giornata di luglio del 1860. Fu una fascinazione immediata. Il suo sogno di raggiungere un “mare più vasto” di quello del Golfo della Spezia si era avverato.
Ne ebbe un’emozione così potente che subito fu preso dal “desiderio di poterlo riprodurre nella sua sterminata massa e nei suoi prodigiosi dettagli”.
Il ritratto, oltre il paesaggio, fu il suo centro di interesse, e le trascrizioni dei nomi e dei soprannomi degli effigiati sono la testimonianza del suo sguardo oggettivo, ma sono anche il segno del desiderio di fissare la memoria di quei volti per sé, per i legami profondi intessuti con loro, in parallelo all’esigenza di scrivere il diario dei suoi giorni a Riomaggiore che viene qui riproposto insieme all’apparato disegnativo che ne costituisce il prezioso contrappunto.
Forse nessun paese ha avuto una cronaca visiva così documentata tanto nelle caratteristiche delle persone quanto dei luoghi.

CON DUE DISEGNI INEDITI APPENA RITROVATI

con la prefazione di Marzia Ratti, storica dell'arte



Ufficio Stampa Rassegna Stampa
Ufficio Stampa Rassegna Stampa
Disponibile dal 16/06/2020
pagg. 142
formato cm. 22,5 x 24
Collana: PROTOTYPIA
genere: Narrativa italiana
tag: #libri #books #lettura #letteratura illustrata
ISBN 9788888151229

Disponibile dal 16/06/2020
pagg. 142
formato cm. 22,5 x 24
Collana: PROTOTYPIA
Genere:
ISBN 9788888151229

acquista nelle nostre librerie on line

Fenice Bookstore
 
Commenti
Commenta »
Commenti Commenta anche tu